Corso

Corso cod. C2 | Gestione dell’Emergenza e Prove di Evacuazione nelle Strutture Sanitarie: metodologia, organizzazione e criticità

€ 160Register
Docente/i
Durata 4 Ore
Attestato no
Lezioni 0
Premessa ed Obiettivi

Premessa ed Obiettivi

L’ospedale rappresenta una struttura organizzativa a maggiore complessità intrinseca per diversi motivi riconducibili sia alla presenza di molteplici fonti di rischio (incendio, chimico, biologico, elettrico, radiogeno, ecc.), sia per la sua particolare tipologia d’utenza, i pazienti, fattore sicuramente aggravante. Infatti, la normativa vigente identifica l’ospedale come luogo ad alto rischio d’incendio a causa dell’oggettiva difficoltà di evacuazione delle persone e per via delle molteplici attività in esso svolte.

Un ambiente particolarmente articolato e quindi complesso nel suo layout funzionale e logistico, in cui è necessario programmare un sistema di gestione della sicurezza capace non solo di identificare le situazioni di pericolo, ma anche di affrontare le diverse emergenze che si possono presentare di volta in volta.

Il passo successivo è rappresentato dalle cosiddette prove di evacuazione, ovvero le esercitazioni pratiche in grado di simulare verosimilmente un’emergenza in ospedale, anche con l’obiettivo di mitigarne l’impatto durante le normali attività in corso.

Infatti, pensiamo ad esempio ad una prova di evacuazione presso un reparto di degenza in presenza non solo dei pazienti, ma anche di operatori e visitatori, oppure presso una diagnostica per immagini o peggio, ad un’emergenza in un blocco operatorio, ecc.

Queste sono solo alcune delle criticità che il Servizio di Prevenzione e Protezione e l’organizzazione aziendale devono sostenere, non solo per adempiere agli obblighi di cui al D.M. 10/03/1998, D.Lgs. 81/2008 e Decreto 19/03/2015 (aggiornamento del D.M. 18/09/2002), ma soprattutto per testare l’efficienza e l’efficacia del Piano di Emergenza e delle sue procedure, nonché di tutti gli attori in esso coinvolti.

Pertanto, il corso si prefigge l’obiettivo di dare queste risposte, attraverso l’analisi di esempi, casi studio e metodologie applicate sul campo, cercando di definire i principali scenari d’intervento e le adeguate misure correttive nella gestione dell’emergenza.

Marco ScuriMarco Scuri

Ingegnere, attuale Direttore Tecnico della Fondazione Istituto Sacra Famiglia Onlus, è stato per numerosi anni RSPP dell’Istituto… leggi tutto

  • Aggiornamento quinquennale di ASPP/RSPP ex art. 32 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato-Regioni del 07/07/2016 e s.m.i. (4 ore).
  • Aggiornamento quinquennale di RSPP/Datore di Lavoro ex art. 34 D.Lgs. 81/08 (4 ore).
  • Aggiornamento dei Lavoratori, Preposti, Dirigenti, RLS ex art. 37 D.Lgs. 81/08 per il settore sanitario in genere.

Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, Datori di Lavoro, Dirigenti, Preposti, Consulenti, Responsabili e Addetti alla manutenzione, Tecnici aziendali, Rappresentanti degli organi di vigilanza, Lavoratori, ecc.

  • Presentazione ed indicazioni sull’attività della giornata di lavoro.
  • Inquadramento normativo (D.M. 10/03/1998, D.M. 18/09/2002, D.Lgs. 81/2008, D.P.R. 151/2011, Decreto del 19/03/2015).
  • Il Piano di Emergenza e di Evacuazione: obiettivi e contenuti.
  • Analisi delle caratteristiche dei luoghi: accessibilità, classificazione in macro-aree, compartimentazioni, vie di esodo, ecc.
  • Concetto di prevenzione e protezione.
  • Il Centro Gestione delle Emergenze.
  • Informazione e formazione per la sicurezza.
  • Individuazione ed analisi dei principali pericoli in ospedale.
  • La classificazione del livello dell’emergenza.
  • Le prove di evacuazione: obiettivi e organizzazione.
  • Definizione degli scenari d’intervento.
  • La struttura organizzativa dell’emergenza e le modalità di svolgimento dell’esercitazione pratica.
  • Misure comportamentali e procedurali generali.
  • Diagramma flussi di gestione delle emergenze: elaborazione ed esempi pratici.
  • Le procedure operative.
  • Il Report della prova di evacuazione con le opportune misure correttive e compensative.
  • Valutazione delle criticità.

Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.

Gli attestati verranno inviati tramite posta elettronica certificata, previa verifica del pagamento della relativa quota.

  1. L’architetto Ivan Masciadri, con Studio IM-SERVIZITECNICI, è Sede Territoriale Milano 3 di A.I.F.E.S. – Associazione Italiana Formatori ed Esperti in Sicurezza sul Lavoro e possiede tutti i requisiti previsti per poter operare in qualità di formatore in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
  2. Per il continuo aggiornamento e miglioramento del servizio formativo, ci si riserva il diritto di modificare senza preavviso i contenuti e la presentazione delle docenze e delle relative dispense.
  3. Corso erogato in Aula.