Corso

Corso cod. C7 | Il Documento di Valutazione Rischio d’Incendio: guida alla redazione

€ 250Register
Durata 8 Ore
Attestato no
Lezioni 0
Premessa ed Obiettivi

Premessa ed Obiettivi

Il Rischio d’Incendio è la probabilità che sia raggiunto il livello potenziale di accadimento di un incendio e che si verifichino conseguenze dell’incendio sulle persone presenti. Da questa definizione appare evidente quanto sia determinante per un’azienda valutarne il livello di rischio attraverso un’analisi approfondita dei pericoli d’incendio insiti nell’attività produttiva stessa e potenzialmente dannosi.

Pertanto, la valutazione del Rischio d’Incendio deve consentire al datore di lavoro di prendere i provvedimenti che sono effettivamente necessari per salvaguardare la sicurezza dei lavoratori e delle altre persone presenti nel luogo di lavoro.

Tale analisi deve considerare: il tipo di attività, i materiali immagazzinati e manipolati, le attrezzature presenti nel luogo di lavoro compreso gli arredi, le caratteristiche costruttive del luogo di lavoro compreso ad esempio i materiali di rivestimento, le dimensioni e l’articolazione del luogo di lavoro, il numero di persone presenti, siano esse lavoratori dipendenti che altre persone e la loro prontezza ad allontanarsi in caso di emergenza.

La metodologia adottata considera la frequenza di accadimento dell’evento incidentale (probabilità) rapportata ad un’analisi delle conseguenze, in altre parole la magnitudo (intensità) del danno.

L’obiettivo di questo percorso analitico porterà alla riduzione dei pericoli d’incendio, quali materiali e sostanze infiammabili e/o combustibili, le sorgenti di calore e d’innesco, mediante misure di tipo tecnico e organizzativo/ gestionale, misure compensative, ecc.

Il corso si svilupperà incrociando gli aspetti teorici sull’argomento con i contenuti di un caso concreto, ovvero un DVR incendio redatto per un’azienda.

ivan_masciadriMarco Grampella

Laureato in Ingegneria per l’ambiente e il territorio presso l’Università degli Studi di Pavia, attualmente è Funzionario Direttivo presso la Direzione Regionale Lombardia del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco… leggi di più

  • Aggiornamento quinquennale di ASPP/RSPP ex art. 32 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato-Regioni del 07/07/2016 e s.m.i. (8 ore).
  • Aggiornamento quinquennale di RSPP/Datore di Lavoro ex art. 34 D.Lgs. 81/08 (8 ore).
  • Aggiornamento quinquennale di Coordinatore della Sicurezza (CSP/CSE) ex art. 98 D.Lgs. 81/08 (8 ore).
  • Aggiornamento dei Lavoratori, Preposti, Dirigenti, RLS ex art. 37 D.Lgs. 81/08 per tutti i settori Ateco.

Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, Datori di Lavoro, Dirigenti, Preposti, Consulenti, Responsabili e Addetti alla manutenzione, Tecnici aziendali, Rappresentanti degli organi di vigilanza, ecc.

  • Presentazione ed indicazioni sull’attività della giornata di lavoro.
  • Brevi cenni sui seguenti argomenti: il triangolo della combustione, i prodotti della combustione, le sostanze estinguenti, le fasi dell’incendio, protezione passiva, protezione attiva, ecc.

Parte I: Criteri e Valutazioni Preliminari.

  • Riferimenti normativi (D.M. 10/03/1998, D.Lgs. 81/08).
  • Termini e definizioni, obiettivi della valutazione del rischio incendio.
  • Criterio adottato per la valutazione del rischio incendio.
  • Indici di frequenza (F) e indici di magnitudo (M).
  • Classificazione del livello di rischio di incendio ai sensi del D.M. 10/03/98
  • Revisione della valutazione del rischio incendio, descrizione dell’azienda e organigramma aziendale, caratteristiche, ubicazione e accessibilità, ciclo produttivo, identificazione attività in relazione al D.P.R. 151/2011, ecc.

Parte II: Analisi del Rischio Incendio.

  • Analisi per l’identificazione dei più probabili pericoli d’incendio: centri di pericolo presenti in azienda sostanze infiammabili e combustibili presenti in azienda sorgenti d’innesco presenti in azienda, individuazione delle persone e dei beni esposti al pericolo incendio, criteri per ridurre i pericoli causati da materiali e sostanze infiammabili, misure per ridurre i pericoli causati da sorgenti di calore, ecc.
  • Valutazione dell’adeguatezza delle misure esistenti.
  • Valutazione del rischio d’incendio residuo.

Parte III: Misure Compensative.

  • Programma delle misure d’intervento finalizzate alla riduzione del rischio incendio e misure compensative.

Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.

Gli attestati verranno inviati tramite posta elettronica certificata, previa verifica del pagamento della relativa quota.

  1. L’architetto Ivan Masciadri, con Studio IM-SERVIZITECNICI, è Sede Territoriale Milano 3 di A.I.F.E.S. – Associazione Italiana Formatori ed Esperti in Sicurezza sul Lavoro e possiede tutti i requisiti previsti per poter operare in qualità di formatore in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
  2. Per il continuo aggiornamento e miglioramento del servizio formativo, ci si riserva il diritto di modificare senza preavviso i contenuti e la presentazione delle docenze e delle relative dispense.
  3. Corso erogato in Aula.