Corso

Corso cod. C30 | Il Sistema Sanzionatorio in ambito Salute e Sicurezza sul Lavoro: responsabilità penali, civili ed amministrative in funzione dei ruoli gerarchici aziendali

€ 160Register
Durata 4 Ore
Attestato no
Lezioni 0
Premessa ed Obiettivi

Premessa ed Obiettivi

Il sistema sanzionatorio in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro deve essere conosciuto in modo approfondito perché rappresenta una “barriera” ai rischi sul lavoro che la società adotta attraverso il Legislatore.

Le sanzioni riguardano i singoli, le aziende e gli enti, ricadendo in primo luogo sui vari garanti della sicurezza sul luogo di lavoro.

Difatti tale sistema punisce in modo graduato il Datore di Lavoro per primo e a seguire i Dirigenti, i Preposti e i Lavoratori, ma non solo.

Infatti, il Testo Unico contempla altre figure soggette al sistema sanzionatorio quali: i progettisti, i fabbricanti, i fornitori e gli installatori (art. 57), il Medico Competente (art. 58), i componenti di impresa familiare di cui all’articolo 230-bis del Codice Civile, i lavoratori autonomi, i coltivatori diretti del fondo, i soci delle società semplici operanti nel settore agricolo, gli artigiani e i piccoli commercianti (art. 60).

Abbiamo poi il Titolo IV “Cantieri temporanei o mobili” e tutti i soggetti da esso contemplati all’art. 89 esposti a sanzioni, quali in particolare: il Committente e il Responsabile dei Lavori (art. 157), il Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione ed Esecuzione delle opere (art. 158).

Per quanto riguarda i Responsabili/Addetti del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP/ASPP), il D.Lgs. 81/08 non prevede per loro specifiche sanzioni, ma ciò non significa che non possano essere perseguibili ai sensi del Codice Penale e Civile, di fatto risultando detentori di precise responsabilità prevenzionali e professionali, peraltro spesso gravose.

Per meglio comprendere com’è articolato il sistema sanzionatorio è opportuno, dunque, fare riferimento alle diverse tipologie di responsabilità previste dal sistema giuridico.

La normativa individua diverse tipologie di responsabilità giuridica: penale delittuosa e penale contravvenzionale, civile e amministrativa per i singoli e amministrativa per gli enti (231).

All’interno delle categorie vi è poi una distinzione tra responsabilità individuali che possono essere di tipo soggettivo e di tipo oggettivo.

Il D.Lgs. 81/08 presenta in gran parte obblighi penalmente sanzionati a carico di tutte le funzioni aziendali e l’entità delle sanzioni è proporzionata all’importanza del ruolo ricoperto in azienda e dei compiti conseguenti che la Legge attribuisce ad ogni soggetto.

Il corso affronterà dettagliatamente il tema delle responsabilità connesse ai compiti dei vari garanti della sicurezza previsti dal Testo Unico, ponendole in relazione al sistema sanzionatorio vigente.

rolando_dubiniRolando Dubini

Avvocato iscritto all’Ordine degli Avvocati di Milano n. 9685 dal 10 maggio 1990, patrocinante in Cassazione. Svolge attività giudiziale, stragiudiziale, di consulenza legale … leggi di più

  • Aggiornamento quinquennale di ASPP/RSPP ex art. 32 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato-Regioni del 07/07/2016 e s.m.i. (4 ore).
  • Aggiornamento quinquennale di RSPP/Datore di Lavoro ex art. 34 D.Lgs. 81/08 (4 ore).
  • Aggiornamento quinquennale di Coordinatore della Sicurezza (CSP/CSE) ex art. 98 D.Lgs. 81/08 (4 ore).
  • Aggiornamento dei Lavoratori, Preposti, Dirigenti, RLS ex art. 37 D.Lgs. 81/08 per tutti i settori Ateco.

Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, Datori di Lavoro, Dirigenti, Preposti, Consulenti, Rappresentanti degli organi di vigilanza, Lavoratori, Componenti Organismi di Vigilanza 231, ecc.

Progettisti, fabbricanti, fornitori e installatori, artigiani, piccoli commercianti e titolari d’impresa in genere.

In particolare, tutte le figure che per attività svolta e ruolo gerarchico ricoperto sono soggette al sistema sanzionatorio del D.Lgs. 81/08.

  • Presentazione del corso.
  • Inquadramento normativo: D.Lgs. 81/08, D.Lgs. n. 758/1994, D.Lgs. n. 231/2001, Codice Penale, Codice Civile, ecc.
  • Tipologie di responsabilità giuridica:

– Responsabilità penale contravvenzionale e da delitto.

– Responsabilità civile.

– Responsabilità giuridica di tipo amministrativo per i singoli e per gli Enti (231).

  • Il sistema sanzionatorio previsto dal Codice Penale e dal D.Lgs. 81/08:

– Datore di Lavoro.

– Dirigenti e delegato del Datore di Lavoro.

– Preposti.

– Lavoratori.

– RSPP/ASPP.

– Medico Competente.

– Figure individuate al Titolo IV: Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione ed Esecuzione delle opere (CSP/CSE), Committente e il Responsabile dei Lavori.

  • Sanzioni per altre figure (progettisti, fabbricanti, componenti di imprese famigliari, lavoratori autonomi, artigiani e appaltatori).
  • Mancata o incompleta elaborazione del Documento di Valutazione Rischi.
  • Incremento delle sanzioni pecuniarie.
  • Analisi sentenze e casi giudiziari (in particolare la Giurisprudenza della Suprema Corte di Cassazione).
  • Confronto con i partecipanti e quesiti.

Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (non sono permesse assenze anche se parziali sul monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.

  1. L’architetto Ivan Masciadri, con Studio IM-SERVIZITECNICI, è Sede Territoriale Milano 3 di A.I.F.E.S. – Associazione Italiana Formatori ed Esperti in Sicurezza sul Lavoro e possiede tutti i requisiti previsti per poter operare in qualità di formatore in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
  2. Per il continuo aggiornamento e miglioramento del servizio formativo, ci si riserva il diritto di modificare senza preavviso i contenuti e la presentazione delle docenze e delle relative dispense. La sequenza dei capitoli/paragrafi è indicativa e rimane a discrezione dei docenti in base alle specifiche edizioni.
  3. Corso erogato in Aula.