Corso

Corso cod. C16 | Gas medicali ed impianti: caratteristiche, rischi associati e gestione operativa

€ 250Register
Docente/i
Durata 8 Ore
Attestato no
Lezioni 0
Premessa ed Obiettivi

Premessa ed Obiettivi

A diversi anni dalla pubblicazione, a livello italiano, europeo e internazionale, dei principali standard di riferimento relativi agli impianti gas medicali (ISO 7396-1, ISO 7396-2 e UNI 11100), e soprattutto in occasione della recentissima pubblicazione della nuova revisione della norma ISO 7396-1, resta di assoluta attualità il tema della formazione e dell’aggiornamento professionale per il personale delle strutture sanitarie e delle aziende specializzate che operano in questo settore. I gravi incidenti occorsi in alcune strutture ospedaliere hanno più volte posto in evidenza l’esigenza di una cultura tecnica consolidata in materia di gestione degli impianti gas medicali. Le norme di riferimento degli impianti gas medicali, infatti, pongono tra gli obiettivi primari non solo la progettazione e la realizzazione a regola d’arte degli impianti, ma soprattutto la loro corretta gestione operativa. Implementare una corretta gestione operativa comporta benefici per tutti i soggetti interessati, in particolare:

  • per i pazienti, una maggiore sicurezza in termini di continuità di erogazione e qualità dei gas somministrati;
  • per gli operatori tecnici e sanitari, un abbassamento del rischio di interruzione delle attività e/o di gestire situazioni di emergenza;
  • per la società, minori costi derivanti dall’ottimizzazione della manutenzione con minor rischio di guasti improvvisi di componenti e sprechi di gas medicinali/energia elettrica;
  • per l’ambiente, minore inquinamento derivante dalla prevenzione di perdite in ambiente dei gas medicali.

Un impianto gas medicali in servizio presso una struttura sanitaria, per quanto possa essere ben progettato e realizzato, può limitare i rischi ad un livello accettabile solo se correttamente gestito durante tutto il suo ciclo di vita.

docente_im_servizi_tecniciElio Patetta

Laureato in Ingegneria Biomedica presso il Politecnico di Milano. Vice-Presidente dell’Associazione Italiana Impianti Gas Medicali (AIIGM)… leggi tutto

  • Aggiornamento quinquennale di ASPP/RSPP ex art. 32 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato-Regioni del 07/07/2016 e s.m.i. (8 ore).
  • Aggiornamento quinquennale di RSPP/Datore di Lavoro ex art. 34 D.Lgs. 81/08 (8 ore).
  • Aggiornamento quinquennale di Coordinatore della Sicurezza (CSP/CSE) ex art. 98 D.Lgs. 81/08 (8 ore).
  • Aggiornamento dei Lavoratori, Preposti, Dirigenti, RLS ex art. 37 D.Lgs. 81/08 per i settori Ateco specifici.
  • Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, Datori di Lavoro, Dirigenti, Preposti, Consulenti, Responsabili e Addetti alla manutenzione, Tecnici aziendali, Rappresentanti degli organi di vigilanza, Lavoratori, ecc. In particolare:

Personale di strutture sanitarie pubbliche e private:

  • Dirigenti Direzioni Aziendali, Responsabili Uffici Tecnici, R.S.P.P., Responsabili Servizi Ingegneria Clinica, Dirigenti Farmacia e Direzione Sanitaria, Dirigenti Medici, Responsabili S.I.T.R.A., Responsabili dei Sistemi di Gestione per la Qualità;
  • Tecnici nominati o individuati per la funzione di “Persona Autorizzata (PA)” per impianti gas medicali;
  • Personale del comparto tecnico, sanitario e amministrativo coinvolto a vario titolo nelle attività di utilizzo e gestione degli impianti gas medicali.

Personale delle aziende del settore impianti gas medicali:

  • Personale che si occupa della progettazione, realizzazione e manutenzione impianti gas medicali e intende approfondire i temi della gestione operativa.
  • Presentazione del corso.

Parte I:

  • Gli impianti gas medicali compressi e per vuoto e gli impianti di evacuazione gas anestetici: quadro normativo di riferimento.
  • I gas medicali: caratteristiche chimico-fisiche e rischi associati.
  • Impianti di distribuzione dei gas medicali: principi di funzionamento, norma ISO 7396 (parte 1 e 2) e schemi tipici.
  • Accettazione di nuovi impianti gas medicali, di estensioni e/o parziali ristrutturazioni di impianti esistenti: il ruolo del fabbricante e della struttura sanitaria.
  • Il funzionamento normale degli impianti e criteri per il mantenimento dell’operatività in condizioni di primo guasto.

Parte II:

  • Risk Management degli impianti gas medicali compressi e per vuoto e degli impianti di evacuazione gas anestetici: requisiti della norma ISO 14971 e criteri per il corretto utilizzo delle liste di controllo dell’Appendice F della norma ISO 7396- 1 e dell’Appendice D della norma ISO 7396-2.
  • Metodologia per l’identificazione delle situazioni pericolose e per l’implementazione delle misure di controllo del rischio.
  • La Gestione Operativa degli impianti gas medicali compressi e per vuoto e impianti di evacuazione gas anestetici: requisiti previsti dall’Appendice G della norma ISO 7396-1 e dalla norma UNI 11100.
  • Organigramma per la Gestione Operativa: le figure chiave coinvolte; coinvolgimento e assegnazioni di funzioni e attività a soggetti terzi qualificati.
  • La Persona Autorizzata (PA) quale funzione chiave della Gestione Operativa: ruolo, competenze e responsabilità.
  • Il Documento di Gestione Operativa (DGO): contenuti, preparazione, implementazione e monitoraggio.
  • Procedure documentate previste dall’Appendice G della norma ISO 7396-1 e dalla norma UNI 11100: criteri di redazione.
  • La gestione delle emergenze associate agli impianti gas medicali.

Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento. Gli attestati verranno inviati tramite posta elettronica certificata, previa verifica del pagamento della relativa quota.

  1. L’architetto Ivan Masciadri, con Studio IM-SERVIZITECNICI, è Sede Territoriale Milano 3 di A.I.F.E.S. – Associazione Italiana Formatori ed Esperti in Sicurezza sul Lavoro e possiede tutti i requisiti previsti per poter operare in qualità di formatore in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
  2. Per il continuo aggiornamento e miglioramento del servizio formativo, ci si riserva il diritto di modificare senza preavviso i contenuti e la presentazione delle docenze e delle relative dispense.
  3. Corso erogato in Aula.