Corso

Corso cod. C35.1 | Marcatura CE e Dichiarazione di Conformità UE nei Dispositivi di Protezione Individuale: analisi documentale per una fornitura consapevole

€ 80Register
Durata 2 Ore
Attestato no
Lezioni 0
Premessa ed Obiettivi

Premessa ed Obiettivi

I Dispositivi di Protezione Individuale devono essere conformi alle norme di cui al Regolamento (UE) n. 2016/425.

La Marcatura CE identifica una procedura obbligatoria per tutti i prodotti disciplinati dalla succitata direttiva comunitaria, che include anche l’applicazione di un simbolo con le lettere “CE” sul prodotto oggetto di marcatura (da cui il nome).

Essa è realizzata dal fabbricante di un prodotto regolamentato nell’Unione Europea, il quale dichiara, per mezzo della Dichiarazione di Conformità (o di prestazione per i prodotti da costruzione), che il prodotto è conforme ai requisiti di sicurezza previsti dalle direttive o dai regolamenti comunitari applicabili.

La Marcatura CE indica la conformità a tutti gli obblighi che incombono sui fabbricanti (o importatori) in merito ai loro prodotti (o a quelli immessi sul mercato sotto la propria responsabilità) in virtù delle direttive comunitarie e consentendo la libera commercializzazione dei prodotti marcati entro il mercato europeo. [*]

Nella fattispecie, la Dichiarazione di Conformità UE è dunque un’attestazione con la quale il fabbricante (residente nell’Unione Europea), o il mandatario (residente nell’Unione e unico rappresentante autorizzato del fabbricante extraeuropeo) o l’importatore (residente nell’Unione), attestano la conformità di un prodotto ai requisiti essenziali di salute e sicurezza, redigendo tale dichiarazione, che di fatto diviene il documento conclusivo della Marcatura CE.

La scelta dei DPI, ai sensi del D.Lgs. 81/08, rimane in capo al Datore di Lavoro, con l’obbligo sia di individuarne le caratteristiche necessarie affinché questi siano adeguati ai rischi, sia di valutarne le caratteristiche sulla base delle informazioni e delle norme d’uso fornite dal fabbricante.

L’analisi dettagliata dei DPI disponibili sul mercato è quindi un processo che richiede adeguate e specifiche competenze che il Datore di Lavoro identifica nei propri Dirigenti e Preposti in base all’organigramma della sicurezza ed in funzione della struttura gerarchica aziendale.

La successiva sinergia tra Servizio di Prevenzione e Protezione, Medicina del Lavoro e Uffici Acquisti (nella P.A. Economato/Provveditorato), sarà elemento essenziale per una fornitura “consapevole” e allineata alle reali necessità aziendali.

Obiettivo del corso è di assicurare tutti gli strumenti necessari per una corretta gestione documentale dei Dispositivi di Protezione Individuale in termini di autenticità e congruità degli stessi.

[*] Fonte: Wikipedia

Claudio Galbiati

Laureato in chimica industriale, esperto in materia di dispositivi di protezione individuale e collettiva. Nel 1996 ha iniziato ad occuparsi di dispositivi per la filtrazione in ambito industriale … leggi di più

  • Aggiornamento quinquennale di ASPP/RSPP ex art. 32 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato-Regioni del 07/07/2016 e s.m.i. (2 ore).
  • Aggiornamento quinquennale di RSPP/Datore di Lavoro ex art. 34 D.Lgs. 81/08 (2 ore).
  • Aggiornamento quinquennale di Coordinatore della Sicurezza (CSP/CSE) ex art. 98 D.Lgs. 81/08 (2 ore).
  • Aggiornamento dei Lavoratori, Preposti, Dirigenti, RLS ex art. 37 D.Lgs. 81/08 per tutti i settori Ateco.

Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, Datori di Lavoro, Dirigenti, Preposti, Consulenti, Rappresentanti degli organi di vigilanza, Lavoratori, ecc.

In particolare il corso si rivolge a:

  • Uffici acquisti (Provveditorato ed Economato);
  • Servizi di Prevenzione e Protezione;
  • Uffici Tecnici;
  • Imprese di costruzione e di manutenzione;
  • Coordinatori della Sicurezza (CSP/CSE);
  • Direttori Lavori;
  • Responsabili/Addetti Uffici Gare.
  • Presentazione del corso.
  • La Marcatura CE e la Dichiarazione di Conformità UE: prescrizioni e linee guida (Regolamento UE 425/2016).
  • Il ruolo delle norme EN ed ISO nella certificazione dei DPI.
  • La Validazione in deroga DPI: principi ed esempi.
  • I criteri per l’individuazione dei DPI.
  • Le figure aziendali preposte alla scelta dei DPI: Datori di Lavoro, Dirigenti, Preposti, ecc.
  • Cosa fare in caso di difformità documentali, false marcature CE e commercializzazione fraudolenta di DPI.
  • Il ruolo di Accredia – Ente Italiano di Accreditamento.
  • Analisi documentale delle certificazioni dei DPI: casi pratici.
  • Confronto con i partecipanti e quesiti.

Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (non sono permesse assenze anche se parziali sul monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.

  1. L’architetto Ivan Masciadri, con Studio IM-SERVIZITECNICI, è Sede Territoriale Milano 3 di A.I.F.E.S. – Associazione Italiana Formatori ed Esperti in Sicurezza sul Lavoro e possiede tutti i requisiti previsti per poter operare in qualità di formatore in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
  2. Per il continuo aggiornamento e miglioramento del servizio formativo, ci si riserva il diritto di modificare senza preavviso i contenuti e la presentazione delle docenze e delle relative dispense. La sequenza dei capitoli/paragrafi è indicativa e rimane a discrezione dei docenti in base alle specifiche edizioni.
  3. Corso erogato in Aula o Videoconferenza.