Corso

Corso cod. C28 | Criteri Generali di Sicurezza Antincendio e di Gestione dell’Emergenza nei Luoghi di Lavoro: la bozza di revisione del D.M. 10 Marzo 1998

€ 190Register
Durata 6 Ore
Attestato no
Lezioni 0
Premessa ed Obiettivi

Premessa ed Obiettivi

A distanza di oltre vent’anni dall’emanazione del D.M. 10/03/1998, decreto a suo tempo innovativo in materia antincendio, si è resa quanto mai indispensabile una sua revisione sia a seguito dell’entrata in vigore del D.Lgs. 81/08, sia per una “fisiologica” evoluzione tecnico-scientifica degli argomenti trattati.

La bozza del nuovo decreto sui “Criteri generali di sicurezza antincendio e di gestione dell’emergenza nei luoghi di lavoro” sarà allineata ai contenuti dell’art. 46, comma 3 del D.Lgs. 81/08, introducendo diversi aspetti significativi rispetto alla precedente versione.

In particolare, il futuro decreto entrerà nel merito della Valutazione del Rischio Incendio indicando le misure di prevenzione e protezione antincendio da adottare al fine di ridurre l’insorgenza di un incendio e di limitarne le conseguenze qualora esso si verifichi.

Tali contenuti si applicheranno a tutte le attività che si svolgono nei luoghi di lavoro come definiti dall’art. 62 del D.Lgs. 81/08, ovvero i luoghi destinati a ospitare posti di lavoro, ubicati all’interno dell’azienda o dell’unità produttiva, nonché ogni altro luogo di pertinenza dell’azienda o dell’unità produttiva accessibile al lavoratore nell’ambito del proprio lavoro, introducendo una distinzione tra attività soggette/non soggette e attività normate/non normate.

Il corso intende proporre una qualificata e approfondita disamina della bozza in attesa dell’approvazione del relativo decreto, in particolare sulle novità riguardanti la designazione degli addetti al servizio antincendio, sui contenuti dei corsi di formazione/aggiornamento e sui requisiti dei soggetti formatori.

Saranno inoltre poste in evidenza le differenze sostanziali tra l’attuale decreto e quello di futura emanazione.

vito_cristinoVito Cristino

Ingegnere, Direttore Vice Dirigente del Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile in servizio presso…. leggi di più

  • Aggiornamento quinquennale di ASPP/RSPP ex art. 32 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato-Regioni del 07/07/2016 e s.m.i. (6 ore).
  • Aggiornamento quinquennale di RSPP/Datore di Lavoro ex art. 34 D.Lgs. 81/08 (6 ore).
  • Aggiornamento quinquennale di Coordinatore della Sicurezza (CSP/CSE) ex art. 98 D.Lgs. 81/08 (6 ore).
  • Aggiornamento dei Lavoratori, Preposti, Dirigenti, RLS ex art. 37 D.Lgs.81/08 per tutti i settori Ateco.

Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, Datori di Lavoro, Dirigenti, Preposti, Consulenti, Rappresentanti degli organi di vigilanza, Lavoratori, ecc.

  • Presentazione del corso.
  • Allegato I: Criteri Generali per la valutazione dei rischi di incendio e modalità di classificazione dei luoghi di lavoro.
  • Classificazione delle attività: Gruppo P1, Gruppo P2, Gruppo P3, Gruppo P4.
  • Allegato II: Misure intese a ridurre la probabilità di insorgenza degli incendi.
  • Misure di prevenzione incendi: misure di tipo tecnico; misure di tipo organizzativo – gestionale.
  • Valutazione e riduzione dei pericoli di incendio.
  • Allegato III: Misure di protezione passiva ed attiva per le attività del Gruppo P1 (attività non soggette e non normate).
  • Misure relative alla compartimentazione e all’esodo.
  • Misure per la rivelazione e l’allarme in caso d’incendio.
  • Attrezzature ed impianti di estinzione degli incendi.
  • Allegato IV: Indicazioni per la progettazione, la realizzazione e l’esercizio delle attività del Gruppo P2 (attività non soggette e normate).
  • Misure di sicurezza compensative (Deroghe).
  • Allegato V: Indicazioni per la progettazione, la realizzazione e l’esercizio delle attività del Gruppo P3 (attività soggette e normate).
  • Misure di sicurezza compensative (Deroghe).
  • Allegato VI: Misure di protezione passiva ed attiva per le attività del Gruppo P4 (attività soggette e non normate).
  • Misure relative alla compartimentazione e all’esodo.
  • Misure per la rivelazione e l’allarme in caso d’incendio.
  • Attrezzature ed impianti di estinzione degli incendi.
  • Allegato VI: Controlli e manutenzione sulle misure antincendio.
  • Vie di emergenza.
  • Porte ed altri elementi di chiusura.
  • Attrezzature e impianti di protezione antincendio.
  • Sorveglianza delle misure antincendio.
  • Allegato VIII: Pianificazione delle procedure da attuare in caso d’incendio.
  • Contenuti del Piano di Emergenza.
  • Assistenza alle persone disabili o con esigenze speciali in caso d’incendio.
  • Allegato IX: Informazione, Formazione, Aggiornamento, Idoneità Tecnica.
  • Informazione antincendio.
  • Formazione antincendio.
  • Esercitazioni antincendio.
  • Informazione scritta sulle misure antincendio.
  • Corsi di Formazione e Aggiornamento per addetti al servizio antincendio: attività di Livello 1, 2, 3.
  • Contenuti minimi dei corsi di formazione.
  • Contenuti minimi dei corsi di aggiornamento.
  • Idoneità tecnica degli addetti al servizio antincendio.
  • Allegato X: Corsi di Formazione e di Aggiornamento dei docenti di cui si avvalgono i soggetti formatori.
  • Inquadramento didattico.
  • Contenuti minimi del corso.
  • Esame di fine corso.
  • Aggiornamento dei formatori.
  • Confronto con i partecipanti e quesiti.

Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.

Gli attestati verranno inviati tramite posta elettronica certificata, previa verifica del pagamento della relativa quota.

  1. L’architetto Ivan Masciadri, con Studio IM-SERVIZITECNICI, è Sede Territoriale Milano 3 di A.I.F.E.S. – Associazione Italiana Formatori ed Esperti in Sicurezza sul Lavoro e possiede tutti i requisiti previsti per poter operare in qualità di formatore in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
  2. Per il continuo aggiornamento e miglioramento del servizio formativo, ci si riserva il diritto di modificare senza preavviso i contenuti e la presentazione delle docenze e delle relative dispense.
  3. Corso erogato in Aula.