Corso

Corso cod. C22 | La Movimentazione della Persona Disabile e Non Autosufficiente: il rischio da sovraccarico biomeccanico e la prevenzione dei disturbi muscolo-scheletrici

€ 190Register
Docente/i
Durata 6 Ore
Attestato no
Lezioni 0
Premessa ed Obiettivi

Premessa ed Obiettivi

Per tutti coloro che abitualmente sono impiegati nell’assistenza delle persone disabili e non autosufficienti, specialmente sotto il profilo motorio, il rischio da sovraccarico biomeccanico della colonna vertebrale e delle principali articolazioni (spalla, gomito, polso, ecc.), diviene una delle principali cause di infortuni e di malattie professionali sul lavoro.

Il corso è finalizzato all’informazione, la formazione e l’addestramento specifico del personale impiegato alla movimentazione delle persone disabili e non autosufficienti, così come previsto al Titolo VI del D.Lgs. 81/08 (Movimentazione Manuale Carichi) ed in particolar modo all’art. 169.

I partecipanti acquisiranno le necessarie conoscenze riguardo le problematiche relative alla movimentazione manuale pazienti e persone disabili e le competenze specifiche per l’utilizzo degli ausili maggiori e minori (vedi art.li 71 e 73) con riferimento alla valutazione del rischio e alle misure di carattere preventivo dei disturbi muscolo-scheletrici.

In particolare, saranno fornite le possibili strategie pratiche per la gestione del rischio da sovraccarico biomeccanico. Il percorso di apprendimento è integrato dall’insegnamento dei fondamenti anatomo-fisiologici e patologici della colonna vertebrale e di ergonomia del movimento, insieme all’esercitazione pratica della specifica manualità necessaria per una movimentazione in duplice sicurezza, sia per la persona assistita, sia per l’operatore.

Il corso si rivolge ai lavoratori del settore sanitario, generalmente più esposti al rischio e al personale di assistenza familiare, compreso le “badanti”, figure sempre più presenti sul territorio a livello domiciliare.

Questa formazione è fondamentale per tutte le realtà aziendali pubbliche o private che vedano la presenza di disabili e persone non autosufficienti con necessità di assistenza nei trasferimenti (seduto – in piedi – seduto), anche solo occasionalmente.

umberto_mottaUmberto Motta

Dottore in Fisioterapia e in Scienze dell’Educazione Motoria, Docente nel Corso di Laurea in Fisioterapia dell’Università degli Studi di Milano … leggi di più

  • Aggiornamento quinquennale di ASPP/RSPP ex art. 32 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato-Regioni del 07/07/2016 e s.m.i. (6 ore).
  • Aggiornamento quinquennale di RSPP/Datore di Lavoro ex art. 34 D.Lgs. 81/08 (6 ore).
  • Aggiornamento dei Lavoratori, Preposti, Dirigenti, RLS ex art. 37 D.Lgs.81/08 per tutti i settori Ateco ed in particolare per il settore sanitario in genere.
  • Formazione e Informazione dei lavoratori addetti a operazioni che possono comportare un rischio da movimentazione manuale dei carichi, circa il corretto utilizzo delle attrezzature di lavoro (Artt. 36, 37, 71, 73, 169 del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 e s.m.i.).

Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, Datori di Lavoro, Dirigenti, Preposti, Consulenti, Rappresentanti degli organi di vigilanza, Lavoratori, ecc.

Qualsiasi operatore/addetto che può essere esposto al rischio di movimentazione manuale delle persone portatrici di disabilità motorie. In particolare: OSS (Operatore Socio Sanitario); ASA (Ausiliario Socio Assistenziale); OTA (Operatore Tecnico addetto all’Assistenza); OSA (Operatore Socio Assistenziale); OTG (Operatore Tecnico Geriatrico); infermieri generici e professionali; fisioterapisti; badanti del settore socio-assistenziale.

  • Presentazione del corso.
  • La motivazione al cambiamento: analisi socioculturale.
  • Fondamenti di ergonomia del movimento.
  • Aspetti normativi riguardanti la movimentazione manuale.
  • Concetti generali: Menomazione, Disabilità, Handicap.
  • Introduzione alle problematiche relative la movimentazione manuale delle persone con disabilità motoria.
  • Cenni di anatomia e biomeccanica della colonna.
  • Limiti di tolleranza dei dischi intervertebrali.
  • Conseguenze del sovraccarico discale.
  • Il rischio da sovraccarico biomeccanico della colonna vertebrale e delle principali articolazioni (spalla, gomito, polso, anca e ginocchia).
  • La postura e l’equilibrio nella movimentazione manuale delle persone disabili.
  • La prevenzione.
  • Principali ausili per disabili.
  • Esempi di procedure da fornire al personale coinvolto nella movimentazione.
  • Prova pratica delle procedure.
  • Verifica di efficacia.
  • Confronto conclusivo con i partecipanti.

Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.

Gli attestati verranno inviati tramite posta elettronica certificata, previa verifica del pagamento della relativa quota.

  1. L’architetto Ivan Masciadri, con Studio IM-SERVIZITECNICI, è Sede Territoriale Milano 3 di A.I.F.E.S. – Associazione Italiana Formatori ed Esperti in Sicurezza sul Lavoro e possiede tutti i requisiti previsti per poter operare in qualità di formatore in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
  2. Per il continuo aggiornamento e miglioramento del servizio formativo, ci si riserva il diritto di modificare senza preavviso i contenuti e la presentazione delle docenze e delle relative dispense.
  3. Corso erogato in Aula.