Corso

Corso cod. C20 | La Movimentazione dei Pazienti: come prevenire il rischio da sovraccarico biomeccanico per gli operatori sanitari

€ 250Register
Docente/i
Durata 8 Ore
Attestato no
Lezioni 0
Premessa ed Obiettivi

Premessa ed Obiettivi

Tra tutti i professionisti del settore sanitario, la movimentazione dei pazienti non autosufficienti è, come da studi del settore, una delle principali cause di malattie professionali e di infortuni sul lavoro dovuti a movimenti che sovraccaricano la colonna vertebrale.

Il corso sulla “Movimentazione e Assistenza Pazienti Ospedalizzati (MAPO)” ha come scopo il fornire a ciascun operatore sanitario l’informazione, la formazione e l’addestramento specifico, sufficiente ed adeguato in materia di movimentazione manuale pazienti (MMP), così come previsto al Titolo VI del D.Lgs. 81/08 (Movimentazione Manuale Carichi) ed in particolar modo all’art. 169.

I partecipanti acquisiranno le necessarie conoscenze riguardo le problematiche relative alla movimentazione manuale pazienti e le competenze specifiche per l’utilizzo degli ausili maggiori e minori, con particolare riferimento alla valutazione del rischio, alla sorveglianza sanitaria e alle misure di carattere preventivo.

In particolare, verranno fornite le possibili strategie per la gestione del rischio da sovraccarico biomeccanico. Il percorso di apprendimento è integrato dall’insegnamento di fondamenti anatomo-fisiologici e patologici della colonna vertebrale, insieme all’esercitazione pratica della manualità specifica per la movimentazione.

umberto_mottaUmberto Motta

Dottore in Fisioterapia e in Scienze dell’Educazione Motoria, Docente nel Corso di Laurea in Fisioterapia dell’Università degli Studi di Milano … leggi di più

  • Aggiornamento quinquennale di ASPP/RSPP ex art. 32 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato-Regioni del 07/07/2016 e s.m.i. (8 ore).
  • Aggiornamento quinquennale di RSPP/Datore di Lavoro ex art. 34 D.Lgs. 81/08 (8 ore).
  • Formazione e Informazione dei lavoratori addetti a operazioni che possono comportare un rischio da movimentazione manuale dei carichi, circa il corretto utilizzo delle attrezzature di lavoro (Art.li 36, 37, 71, 73, 169 del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 e s.m.i.).
  • Aggiornamento dei Lavoratori, Preposti, Dirigenti, RLS ex art. 37 D.Lgs. 81/08 per il settore sanitario in genere.

Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, Datori di Lavoro, Dirigenti, Preposti, Consulenti, Rappresentanti degli organi di vigilanza, Lavoratori, ecc. Qualsiasi operatore sanitario che direttamente o indirettamente può essere esposto al rischio di movimentazione manuale pazienti.

In particolare: OSS (Operatore Socio Sanitario); ASA (Ausiliario Socio Assistenziale); OTA (Operatore Tecnico addetto all’Assistenza); OSA (Operatore Socio Assistenziale); OTG (Operatore Tecnico Geriatrico); infermieri generici e professionali; fisioterapisti.

  • Presentazione del corso.
  • La motivazione al cambiamento: analisi socioculturale.
  • Cenni di Ergonomia.
  • Introduzione alle problematiche relative la movimentazione manuale pazienti.
  • Cenni normativi riguardanti la movimentazione manuale.
  • Cenni di anatomia e biomeccanica della colonna.
  • Limiti di tolleranza dei dischi intervertebrali.
  • Conseguenze del sovraccarico discale.
  • La postura e l’equilibrio nella movimentazione manuale pazienti.
  • Epidemiologia del low-back pain.
  • La prevenzione.
  • Ausili maggiori: il letto ergonomico e il sollevatore, tipologie e caratteristiche.
  • Ausili minori: teli ad alto scorrimento, disco girevole, tavolette di scorrimento e cintura ergonomica.
  • Illustrazione con filmati degli ausili.
  • Analisi casi studio delle principali problematiche durante l’uso degli ausili.
  • Analisi casi particolari nella movimentazione: pazienti affetti da Malattia di Parkinson, Demenze, Malattia di Alzheimer, Sindromi piramidali e extrapiramidali, amputati e protesizzati e pazienti affetti da metastasi ossee.
  • Esempi di Procedure da fornire al personale addetto alla movimentazione.
  • Prova pratica delle procedure.
  • Prova pratica degli ausili maggiori e minori.
  • Verifica di efficacia.
  • Confronto conclusivo con i partecipanti.

Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.

Gli attestati verranno inviati tramite posta elettronica certificata, previa verifica del pagamento della relativa quota.

  1. L’architetto Ivan Masciadri, con Studio IM-SERVIZITECNICI, è Sede Territoriale Milano 3 di A.I.F.E.S. – Associazione Italiana Formatori ed Esperti in Sicurezza sul Lavoro e possiede tutti i requisiti previsti per poter operare in qualità di formatore in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
  2. Per il continuo aggiornamento e miglioramento del servizio formativo, ci si riserva il diritto di modificare senza preavviso i contenuti e la presentazione delle docenze e delle relative dispense.
  3. Corso erogato in Aula.