Corso

Corso cod. C19 | Rischio Biologico in ambito sanitario: valutazione dei rischi, misure preventive e protettive

€ 160Register
Docente/i
Durata 4 Ore
Attestato no
Lezioni 0
Premessa ed Obiettivi

Premessa ed Obiettivi

Le attività lavorative che espongono professionalmente agli agenti biologici sono molteplici e tale fattore di pericolo deve quindi essere considerato al fine di attuare una efficace prevenzione e protezione dal rischio che ne deriva. In particolare l’ambito sanitario presenta criticità tali da richiedere una conoscenza ed una valutazione dei rischi accurata ed approfondita per evitare comportamenti scorretti da parte degli operatori che possano comportare infortuni e conseguenze anche gravi sulla salute degli stessi.

Il D.Lgs. 81/08 al Titolo X affronta in particolare l’esposizione ad agenti biologici, inquadrando obblighi e responsabilità per il Datore di Lavoro finalizzate alla massima mitigazione del rischio.

Anche per il rischio biologico, come per altri rischi lavorativi, si può individuare una classificazione nelle due seguenti categorie:

  • Rischio generico: è presente nella quasi totalità degli ambienti di lavoro per la presenza ubiquitaria di microrganismi non pericolosi. Di entità trascurabile, questo rischio è controllabile con l’adozione delle comuni norme igieniche.
  • Rischio specifico: è presente in quegli ambienti di lavoro in cui, per la particolarità delle attività svolte, è riconducibile la presenza, sia intenzionale che eventuale, di microrganismi pericolosi per la salute e il possibile contatto con essi.

L’obiettivo del corso, seguendo l’approccio tipico dei sistemi di gestione, è quello di fornire elementi per l’effettuazione della valutazione del rischio specifico e, soprattutto, indicazioni su prassi e procedure per la sua gestione nei luoghi di lavoro.

Si affronteranno argomenti come le novità introdotte dal D.Lgs. 19 febbraio 2014, n. 19 in materia di prevenzione delle ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero e sanitario (noto come Titolo X Bis del D.Lgs. 81/08), i dispositivi taglienti e pungenti dotati di meccanismo di protezione (NPD, Needlestick Prevention Device), i dispositivi di protezione individuali (DPI) e collettivi (DPC), le corrette operazioni da eseguire durante le principali attività sanitarie.

simona_cimettiSimona Cimetti

Infermiera Epidemiologa Specialista in Management del Rischio infettivo. Componente del Comitato di Controllo Infezioni Ospedaliere e Membro del Gruppo Operativo per il Controllo e Prevenzione delle Infezioni Ospedaliere … leggi di più

  • Aggiornamento quinquennale di ASPP/RSPP ex art. 32 D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato-Regioni del 07/07/2016 e s.m.i. (4 ore).
  • Aggiornamento quinquennale di RSPP/Datore di Lavoro ex art. 34 D.Lgs. 81/08 (4 ore). Aggiornamento dei Lavoratori, Preposti, Dirigenti, RLS ex art. 37 D.Lgs. 81/08 per il settore sanitario in genere.

Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, Datori di Lavoro, Dirigenti, Preposti, Consulenti, Responsabili e Addetti di aziende appaltatrici, ecc.

In particolare il corso si rivolge a tutti coloro che quotidianamente sono esposti a rischio biologico (medici, infermieri, ausiliari, OSS, OTA, fisioterapisti, dietisti, tecnici della prevenzione, tecnici di laboratorio biomedico, tecnici sanitari di radiologia medica, logopedisti, farmacisti, ecc.), ai rispettivi coordinatori, al personale (tutti i livelli) delle aziende a cui vengono appaltati servizi dalle organizzazioni sanitarie e di servizi sociali che, anche se non direttamente esposto a questo rischio, in virtù dell’espletamento di attività in locali in cui il rischio potrebbe essere presente, potrebbe essere esposto per rischi interferenziali.

  • Presentazione del corso.
  • Breve inquadramento normativo.
  • Obblighi dei soggetti responsabili.
  • Identificazione e classificazione degli agenti biologici.
  • Vettori, modi e vie di contaminazione.
  • Valutazione del rischio.
  • Misure di prevenzione e protezione.
  • Precauzioni Standard (Universali).
  • Precauzioni da Trasmissione (Aggiuntive).
  • NPD (Needlestick Prevention Device), DPI e DPC.
  • Gestione del rischio in attività tipiche: prelievi, attività ambulatoriali, procedure endoscopiche, procedure operatorie, attività di laboratorio, attività nelle degenze, procedure autoptiche, procedure per pazienti tubercolotici.
  • Procedure in caso di esposizione.
  • Presa visione di alcuni NPD e dispositivi di protezione individuale.
  • Confronto conclusivo con i partecipanti.

Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.

Gli attestati verranno inviati tramite posta elettronica certificata, previa verifica del pagamento della relativa quota.

  1. L’architetto Ivan Masciadri, con Studio IM-SERVIZITECNICI, è Sede Territoriale Milano 3 di A.I.F.E.S. – Associazione Italiana Formatori ed Esperti in Sicurezza sul Lavoro e possiede tutti i requisiti previsti per poter operare in qualità di formatore in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
  2. Per il continuo aggiornamento e miglioramento del servizio formativo, ci si riserva il diritto di modificare senza preavviso i contenuti e la presentazione delle docenze e delle relative dispense.
  3. Corso erogato in Aula.